14.1.08

Musica!

Tobbias



































- Tobbias il menestrello.
Già suonatore di ocarina elettrica negli "Encefalodramma", nota band ignorance metal di Lokath.

Tenendoci in tema musicale, oggi mi sono reso conto che, oltre all'usuale chiacchiericcio radiofonico, sono solito tenere in sottofondo i soliti cd mentre lavoro e ciò accade da veramente troppo tempo. Comincio a sentire il bisogno di nuova musica ma non so da dove cominciare. Sottopongo la mia playlist del momento, se avete qualche artista da proporre fate pure, sono sempre pronto a scoprire qualcosa di nuovo.

-Vinico Capossela: ovunque proteggi
- Yann Tiersen: les retrouvailles
- Radiohead: hail to the thief (a breve mi accatterò questo benedetto nuovo "In rainbows")
- Gerry Mulligan: the saxophone player
- Noir désir: des visages des figures
- Paolo Conte: una faccia in prestito
- Tori Amos: american doll posse
- Bob Dylan: Nashville skyline
- Gogol bordello: gipsy punk

- An other sketch again. This bard is from my comic project Heroic Sitcom.
Hey, the one above is the playlist I'm listening to currently, I'd like to hear something new. Some artists to advise?

10 commenti:

paolo ha detto...

mmm... ma canta stornelli romaneschi?

Daniele Silvestri, a me piace

Ketty Formaggio ha detto...

...ancora un disegno bellissimo! ^___^
ti vorrei suggerire di spolverare un vecchio disco, Concerto grosso dei New Trolls. Me lo ha fatto conoscere Giuseppe e devo dire che l'album è davvero stupendo! Prova!
http://www.youtube.com/watch?v=D-oN9H9QGdM

Fabio Lai ha detto...

Grazie per i consigli musicali.

@Paolo: con la musica di Silvestri ho sempre avuto un rapporto a corrente alternata. Apprezzai "prima di essere un uomo", poi il suo "best" e "il latitante", nel mezzo c'è stato qualche ascolto frettoloso de "il dado".
Alla fine della fiera non mi dispiace ma il problema principale rimane l'eccessiva "deperibilità" della sua musica, qualche melodia azzeccata, dei testi (non sempre) interessanti e qualche arrangiamento sui generis ma tre, quattro ascolti e mi ha già stancato.

@Ketty: quando ero molto giovane tendevo a considerare tutto ciò che musicalmente era stato prodotto precedentemente alla mia nascita (o che comunque fosse stato contiguo ai miei primi anni di vita) come "la musica dei vecchi" e "new wave" mi suonava un po' come una parolaccia. Poi per fortuna sono cresciuto e ho cominciato ad affinare i miei gusti ed a recuperare molti autori che nella mia ignoranza avevo snobbato.
Giusto qualche tempo fa su radio Capital i NT erano lì a chiacchierare di "concerto grosso", inevitabile l'ascolto di alcune tracce dal disco. Alla faccia di tutti i miei pregiudizi mi sono trovato ad esclamare "però, bella musica!" e sono stati immediatamente aggiunti nella lista della spesa.

Anonimo ha detto...

Ciao Fabio,
ti consiglio "Antony and the Johnsons"...
Cos

Anonimo ha detto...

... e anche gli "Ardecore"

Fabio Lai ha detto...

Finalmente qualcosa che non ho mai sentito nominare :)
Grazie per la segnalazione.

Fabio Lai ha detto...

Ma Cos sta per Cosimo?

Ed! ha detto...

ciao Fabiuzzo.
Sì... ho linkato la tua donna sul nuovo blog e non linko te?
Fatto

(non ti preoccupare... mi basta un assegno U_U )



;P ciao!!!!!!!!!






P.S.: mi fai sapere se ti piace la robetta nuova?

Ed! ha detto...

Aspetta... ti aspettavi mica che ti scrivessi dei complimenti per gli ultimi lavori postati?
no...che poi sembra che sono ruffiano U_U

Anonimo ha detto...

yez
Cos sta per Cosimo...